I viaggi scuola fanno tappa all’impianto di compostaggio Tersan Puglia

ters1Un ciclo di visite da parte di alcune scuole medie di Roma alla Tersan Puglia. Martedì scorso sono arrivati  circa 65 ragazzi della Scuola media Alessandro Magno per scoprire cosa è un impianto di compostaggio e che importanza può avere  in un sistema di risparmio e recupero di risorse.

I 65 ragazzi tra i 12 e i 13 anni hanno  visitato l’impianto con una guida interna e con i loro professori, aiutati anche da un sistema infografico lungo tutto il percorso dell’impianto.
I viaggi scuola alla Tersan Puglia sono stati previsti all’interno di un percorso didattico condotto nelle scuole dal titolo; “Un progetto per  preservare l’ambiente”, sviluppato sia sulle possibili azioni individuali (abbassa, spegni, ricicla, cammina) sia su larga scala (scelte economiche e impegni di politica ambientale).
Nell’intersezione tra i comportamenti individuali e la larga scala è stata inserita la visita all’impianto di compostaggio Tersan Puglia, esempio di riciclo del materiale organico prodotto nella vita quotidiana, cioé gli scarti di cucina, dei mercati ortofrutticoli e dalle potature del verde, per ottenere un biofertilizzante non solo utile ma necessario a rivivificare i suoli agrari impoveriti di sostanza organica.
La docente di Tecnica della scuola, professoressa Lela Quattrocchi ha spiegato in un’intervista aTelenorba che per questo campo scuola hanno scelto la Tersan perché dopo una verifica sugli impianti in Italia hanno ritenuto che quello di Modugno fosse uno dei più moderni ed efficienti, utile per l’illustrazione di una produzione industriale esosostenibile.
I ragazzi hanno appreso in aula, nel corso di una vera e propria lezione, come si svolge il processo di compostaggio e come esso replica quello che avviene in natura senza l’intervneto dell’uomo. Dunque con un risparmio di risorse, un vantaggio per l’ambiente per le minori emissioni di gar serra prodotte e per il contributo dato dal sequestro di carbonio nel suolo grazie alla sostanza organica.
Il viaggio educativo si è concluso in Tersan Puglia con un gioco di squadre che ha permesso di verificare quanto i ragazzi siano bravi a fare la raccolta differenziata. Cosa mettere e dove. Un po’ di confusione ma molto divertimento.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.