Tino Ferrulli rivolge alcune domande al sindaco Magrone

 

Il Sindaco Magrone, cui ringrazio per le parole di “stima” dette nei miei confronti nell’intervista rilasciata a Bari Sud Ovest, omette un piccolo dettaglio alquanto rilevante, ossia, che il termine elemosina da Sorgenia è stata riportato sul volantino in rapporto al mancato incasso degli oneri di urbanizzazione primari e secondari a cui è assoggettata la società secondo le norme contenute nel testo unico sull’ edilizia ( DPR 380/2001), il cui importo ammonterebbe a svariati MILIONI di EURO. Richiesta formalizzata alla Sua attenzione e quella dell’ufficio legale in nome e per conto della Consulta per l’ambiente ad ottobre 2013 e mai riscontrata. Purtroppo tali Oneri non più dovuti per la Legge di Stabilità emanata successivamente al precitato mese di ottobre, hanno innescato qualche dubbio su cui è auspicabile un confronto con la Consulta. La domanda nasce spontanea: se il Comune avesse diffidato e messo in mora la società per l’ omesso versamento degli oneri di urbanizzazione subito dopo la nota della Consulta, sarebbe oggi in ancora in corsa per l’ottenimento della somma che secondo le nostre umili stime, ammonta a oltre 10 MILIONI di Euro? Noi riteniamo di SI. In merito al risarcimento dei danni mai richiesti a Sorgenia, preme l’obbligo precisare che il Comitato Pro Ambiente , promotore di una petizione popolare di contrarietà all’impianto della centrale, ha avuto un preciso mandato dai 15.000 Cittadini, come da petizione consegnata all’ Ente comunale, in cui si chiedeva di non barattare la Dignità e l’ Onorabilità dei Cittadini Modugnesi in cambio di favori o elargizioni di denaro. Per quanto attiene infine al mio ruolo, preferirei essere connotato come un vero RIBELLE di strada che combatte unitamente al Comitato cui è fiero di appartenere, contro chi antepone il Diritto alla Salute e Tutela del Territorio alle logiche dei propri profitti. Un percorso di consapevolezza iniziato anni fa che oggi vede numerose Associazioni aderire a questa Manifestazione. Per cui si mettano da parte gli elementi pretestuosi e si inviti tutti ad aderire alla Manifestazione di Domenica prossima 25 Ottobre, in nome di quegli intenti comuni che altri hanno gia’ manifestato contro questo ennesimo impianto chimico.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.