Unanimità al referendum NO TRIV

Con voto unanime il consiglio regionale della Puglia ha approvato la richiesta di referendum abrogativo per evitare le trivellazioni nei nostri mari. Sempre con voto unanime e per alzata di mano ha eletto i vicepresidenti del Consiglio, Peppino Longo e Giandiego Gatta, quali delegati alla presentazione dei quesiti referendari. Il Vice Presidente Peppino Longo, ringraziando l’assise ha ribadito il suo convinto no alle trivellazioni.

Il consiglio regionale pugliese è il secondo che esprime parere favorevole alla richiesta di referendum abrogativo delle norme contenute nello “Sblocca Italia” e “Decreto sviluppo” sulle procedure autorizzative per le ricerche petrolifere in mare.
Con il voto favorevole del consiglio regionale pugliese si avvicina il traguardo delle cinque assemblee favorevoli al referendum, numero necessario per promuoverne la richiesta alla Cassazione

Altre sei Assemblee legislative regionali nei prossimi giorni adotteranno, come già annunciato, un provvedimento simile, accogliendo i testi delle proposte della Conferenza dei presidente delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome e concordati all’unanimità nella seduta della Conferenza dello scorso 11 settembre.

È doveroso ricordare che il parere definitivo di legittimità spetta alla Corte Costituzionale.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.