Una sinergia per Modugno

Nicola Magrone nuovamente sindaco della città di Modugno. Gli auguriamo di durare cinque anni.
Gli elettori hanno espresso la loro volontà e siccome il popolo è sovrano non si può continuare come se nulla sia accaduto, fare finta di niente.
Gli elettori modugnesi con il loro mandato a due “modugnesi degni” come sono Peppino Longo e Nicola Magrone hanno espresso chiaramente la loro volontà: ora basta con il tiro al piattello, basta con le polemiche, basta con gli insulti. Ora Nicola e Peppino onorate il mandato che vi è stato dato. La città ha bisogno di questa sinergia per uscire dall’impasse in cui è. Per il “bene comune” e per una città “giusta secondo la costituzione”. È ora di rimboccarsi le maniche e di mettersi a lavorare per assemblare insieme soluzioni concrete e reali. Magrone deve tener conto del ruolo istituzionale del consigliere regionale, tanto e quanto Longo tiene conto del ruolo istituzionale del neo-bis sindaco. Le polemiche devono rimanere fuori l’atrio di palazzo Santa Croce. Gli elettori sono stanchi di tante chiacchere e di poca concretezza. Governare in pace è un dovere di entrambi. Basta poco che ce vo!

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.